sabato 29 aprile 2017

FRANCESCO E BERGOGLIO DUE ANIME NELLO STESSO CORPO.

FRANCESCO IL MISTERIOSO OPS. 
VOLEVO DIRE IL SANTO MISERICORDIOSO!!



Un analisi obbiettiva senza raccontare tutto quello che ha detto e fatto, di questi 4 anni di pontificato di Francesco I, Vescovo di Roma.

Al suo sorgere il 13 marzo del 2013 J.Mario Bergoglio, ha aperto il suo mandato con un inchino di umiltà verso il popolo, ed è entrato nel mondo con la frase “i cardinali sono andati prendere il papa alla fine del mondo”, non ha detto grazie allo Spirito Santo che sono qui, ma i cardinali mi hanno eletto, sei degni tempi direbbe qualcuno. Man mano che prendeva piede nella Sede Vaticana emerse il suo vero atteggiamento e le prime epurazioni, ha iniziato subito ad esternare le sue idee, progressiste per una chiesa diversa, moderna, improntata verso il prossimo, ha lanciato nel mondo cattolico e religioso, una serie fulmini, per sondare il clima al suo interno e all'esterno, ha svergognato la chiesa, gettandola nel fango, ammettendo realmente le verità nascoste che già ben si conoscevano, da certo punto di vista ha fatto anche del bene in un certo senso, a divulgare ed ammettere le loro colpe, di soggetti pedofili, gay, ecc, ma altrettanto abilmente ha ricoperto tutto con un velo di magnanima modestia, per appianare e dar la sensazione che dopo tutto il clero non è fatto di santi, ma di uomini come tutti gli altri, con la sua nota frase “chi sono io per giudicare i gay?”, per cui una mano lava l’altra e quale sarà quella che laverà il volto, quando entrambe sono sudice? Poi come un pescatore, ha continuato a gettare ami a destra e a sinistra, con le sue perle di grande ed infinita saggezza, per vedere la reattività del popolo, man mano che avanzava il tempo si accorse che la società non era ancora pronta per essere cambiata alla radice, per cui dopo una serie di sfortunate manifestazioni di un sentimento pauperistica, è ritornato ad un atteggiamento più contenuto, ma intanto ha lanciato e lasciato nel catino del mondo molte sue idee per un cambiamento radicale della chiesa cattolica romana, in una nuova visione tutta personale di una chiesa più comunista che Cristiana, dopo tutto Lui disse che ritrovò nella chiesa gli insegnamenti comunisti, delle sue terre d’origine. Tra le varie manifestazioni aggressive che ha avuto fin ora, abbiamo vissuto un sinodo tutto speciale, poi ha compilato l’Amoris Laetizia, che appare agli occhi del popolo che poco capisce di religione, come una cosa sublime, ma le sue opere maggiori sono ancora tutte in atto, tra cui far rientrare nelle grazie del Clero cattolico, le professioni protestanti e riabilitare Lutero, che altri cattivi Vescovi suoi predecessori resero martire della scienza e così sarà per tutti coloro che furono condannati dalla chiesa del passato quella eccessivamente di quel Cristo Santo e Dio che a Bergoglio proprio non piace più. Anzi direi che evolvono verso un positivismo tutto personale, l’idea eccellente di manifestarsi come un uomo amante del popolo e del misero, quindi tutto proteso almeno in apparenza, nel invitare il mondo ad essere generoso con i deboli, e nell'apparenza appare esso stesso, il misericordioso per eccellenza, un puro, un santo, tanto santo da accettare le sue immagini come motivo per una costante adorazione di se stesso, come mostra il video soprastante. Ovviamente il suo operare reale non è tanto volto al mondo non dei piccoli, ma dei potenti che lo vedono come il loro mentore, come un buon samaritano, che sta facendo di tutto per superare le divisioni e unificare sotto un unico tetto, quello che si trova a metà, tra un estremismo cristiano tradizionalista che proprio gli sta sullo stomaco, e un estremismo jaidista che ingiustamente ammazza chiunque, per cui Lui è l’uomo del momento, che si pone a collante di tante situazioni, come aveva esternato all'inizio il suo pensiero più importante non è separare e disgiungere il bene dal male, ma unire le due parti non le estremità, ma le parti mediane che in qualche modo potrebbero conciliare, limando, quello che non si lima, o quello che non dovrebbe essere limitato, invece dato che si ritiene uomo magnanimo pronto per fa il bene del piccolo popolo apparendo come un misero, sempre pronto a chinarsi al povero, al prossimo, salvo il fatto che poi il prossimo non sia Cristo stesso, perché questo Cristo fondatore della chiesa, portò una parola troppo dura, troppo rigida, troppo severa, come lama di rasoio, e a lui una parola così non piace, per cui bisogna usare un po di balsamo, ed infatti lui si è posto come salvatore nuovo del mondo, un nuovo cristo, visto che ha detto Cristo portò la spada, ma io sono qui per portare la pace. La prerogativa fondamentale di questo Pontefice, che è stato eletto dai cardinali e voluto molti anni prima di quanto possiamo immaginare, è quella di aver due facce, il lato apparentemente buono, magnanimo, generoso, umile, santo, caritatevole, giusto, misericordioso, ecc, tutti gli appellativi più santi sono suoi, questi li mostra con grande espansione al popolo miope e sordo, che ama farsi abbindolare senza pensare e senza aver il ben che minimo coraggio nel difendere la vera e Santa parola ed intenzione di quel vero Dio, che oramai è stato dimenticato perfino dal suo clero. Ma ha anche un altra faccia, una sconosciuta, il suo istintivo carattere iracondo e vendicativo, che medita e attende come un segugio pazientemente fino a stanare le sue vittime, pronte per essere sbranate, mediante l’uso di giovani seminaristi, che sguinzaglia alla ricerca delle anime più irriducibili; appare un uomo tollerante, ma non lo è per nulla, il suo fine è quello dei suoi fratelli, che lì, lo hanno posto. Il Magnanimo e il Misericordioso, che non è, ma così vuole farsi adorare e ricordare, ha nella sua mente di divenire esso stesso la nuova metà per tutte le religioni del mondo, il nuovo fulcro, il nuovo Misericordioso, che unisce il sacro con il pagano, che unisce il Cristo con l’Anticristo, che mesce abilmente le parti migliori di tutte le religioni del mondo, eliminando quelle che sono le loro negatività, abilissimo oratore Gesuita, che sa ben usare i termini più appropriati per dire tutto e il contrario di tutto, per cui un suo discorso non è mai unidirezionale ma multi-direzionale, proprio come Yeshua li descrisse “sepolcri imbiancati”, solo lui sa cosa comunica realmente e solo i suoi sanno cosa realmente ha detto.
Ma per quanto, quanti come lui possano essere sagaci, ma allo Spirito di Dio nessuno sfugge.

Per cui oggi, assistiamo inermi, alle sue buone, misericordiose e sante parole, che elargisce a piene mani, domani lo vedremo in altre visti. Come dico sempre tempo al tempo che Dio rivela anche i piani più oscuri delle menti che appartenente lo seguono, nulla che sia sotto questo sole rimane oscuro, per sempre. Da un lato mostra il volto di un uomo “buono” visto che Cristo ha detto “nessuno in terra si dica Buono perché solo il Padre Mio lo è”, perché chi si mostra buono tra gli uomini, è una finzione, nessuno è realmente buono, perché se lo fossimo lo dovremo essere per sempre, invece siamo buoni 5 secondi e nel resto delle 24 ore siamo cattivi; e disse anche non fatevi chiamare Santo, ne Padre, perché nessuno in terra è Santo, tanto meno Padre, entrambe parole riferite solo ed esclusivamente agli uomini di Chiesa; profeticamente aveva detto quello che sarebbe diventato il suo futuro clero, pieno di Padri che padri non sono, piene di Santi che santi non sono da vivi. A noi uomini piace tanto sentirci quel che non siamo, ci piace sentirci dei, senza potere o con il potere di altri che non ci appartiene.

Dimenticavo abbiamo ancora altri 3 anni di Francesco, calma e pazienza tutto viene al pettine.
LUI vuole essere il pontefice di tutte le fedi nel mondo, per cui avanti con Nwo delle religioni, ne vedremo delle belle e la chiesa di Cristo avrà molto, ma molto da soffrire. 
Però alla fine il Segreto di Fatima si compirà, come predetto e l'apocalisse sarà manifestata.


Mi sono ripromesso di non dar più retta a costui, e alle sue esternazioni, non servono e non si approda a nullo di buono, non si può cambiare un uomo che è fossilizzato nelle sue idee; oltretutto, Dio deve portare avanti il suo misterioso disegno, non è bene interferire, ne dar suggerimenti a nessuno, per cui mi dedicherò alla salvezza delle anime che sono infinitamente più bisognose, che non far attenzione ad un vescovo sagace, che trova il tempo che trova.

Tanto molti altri scriveranno di lui.  



venerdì 28 aprile 2017

SATANA LASCIA LE TRACCE OVUNQUE NEL MONDO

COME  RICONOSCERE L'AZIONE DI SATANA NEL MONDO!!
MA BERGOGLIO DISSE:"CRISTO HA PORTATO LA SPADA, IO PORTO LA PACE!!"
Link:"Città del Vaticano, 28 apr. (askanews) – Educare all’apertura rispettosa e al dialogo sincero con l’altro, riconoscendone i diritti e le libertà fondamentali, specialmente quella religiosa, costituisce la via migliore per edificare insieme il futuro, per essere costruttori di civiltà”. Lo ha detto il Papa ad Al-Azhar. “Perché l’unica alternativa alla civiltà dell’incontro è l’inciviltà dello scontro, non ce n’è altra. E per contrastare veramente la barbarie di chi soffia sull’odio e incita alla violenza, occorre accompagnare e far maturare generazioni che rispondano alla logica incendiaria del male con la paziente crescita del bene: giovani che, come alberi ben piantati, siano radicati nel terreno della storia e, crescendo verso l’Alto e accanto agli altri, trasformino ogni giorno l’aria inquinata dell’odio nell’ossigeno della fraternità”. Nella “sfida di civiltà tanto urgente e appassionante siamo chiamati, cristiani e musulmani, e tutti i credenti, a dare il nostro contributo” ha detto ancora Francesco, citando poi Giovanni Paolo II: “‘Viviamo sotto il sole di un unico Dio misericordioso”. “‘In questo senso possiamo dunque chiamarci gli uni gli altri fratelli e sorelle, perché senza Dio la vita dell’uomo sarebbe come il cielo senza il sole. Si levi il sole di una rinnovata fraternità in nome di Dio e sorga da questa terra, baciata dal sole, l’alba di una civiltà della pace e dell’incontro. Interceda per questo san Francesco di Assisi, che otto secoli fa venne in Egitto e incontrò il Sultano Malik al Kamil”."
°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
ECCO LA PACE DI SATANA QUELLA CHE MESCE NEL SUO CALICE, QUELLA CHE FA CREDERE A NOI POVERI UOMINI ESSERE UNA PACE DI MISERICORDIA, QUANDO INVECE LA SUE PAROLE NASCONDONO FALSITÀ' E INGANNO, UN UOMO CHE NON CAPISCE PERCHÉ' CRISTO PORTA LA SPADA, E LUI VUOLE PORTARE LA PACE FA CAPIRE TUTTO DI CHI COSTUI VUOLE ESSERE. SE CRISTO PORTO' LA SPADA DELLA VERITÀ' E GIUSTIZIA, BERGOGLIO VUOLE DISTRUGGERE QUESTA VERITÀ' E QUESTA GIUSTIZIA PER PORTARE UNA PACE EFFIMERA E BUGIARDA, CHE SEMBRA PACE, MA CHE IN REALTÀ BRAMA LA MORTE. PERCHÉ' CHI NON AMA LA VERITÀ' DI CRISTO E' CONTRO CRISTO. MA L'ASTUZIA DI COSTUI è CHE LUI, NON TI DICE CHE NON STA CON CRISTO,  DICE CHE LUI E' PER CRISTO, MA VISTO CHE CRISTO NON VOLLE PORTARE LA PACE, LUI PORTA LA PACE E QUINDI PORTA A COMPIMENTO IL DISEGNO DI CRISTO, QUESTA E' LA VERA INTENZIONE DI QUEST'UOMO, UNIRE SPADA E PACE, NON E' POSSIBILE, LA SPADA è LA VERITÀ E LA GIUSTIZIA, LA PACE DI COSTUI E' L'ADDORMENTAMENTO DELLE COSCIENZE PER ANNULLARE QUALSIASI VERITÀ E GIUSTIZIA E PORTARE NEL MONDO CONFUSIONE E DISPERAZIONE. COSI QUANDO APPRODERÀ A UNIRE ISLAM E FALSO CRISTIANESIMO, AVRÀ' OTTENUTO LA SUA PACE E SCAPITO DELLA VERITÀ' E DELLA GIUSTIZIA DI CRISTO, IN SOSTANZA COSTUI STA PROVOCANDO L'IRA DI DIO, QUESTA E' LA VERITÀ'!!!!


lunedì 24 aprile 2017

NON SOLO DON MINUTELLA E' CONTRO BERGOGLIO.





Ho visto il video della IENE e mi vienene da chiede a costoro e voi da che parte state?

Capisco che dovete fare la vostra trasmissione, ma almeno sapere da che parte vi ponete con Cristo o con Bergoglio?
Il problema fondamentale di questa vicenda è che abbiamo un pontefice che non è neppure tale, perchè aletto in modo anomalo, e oltretutto che adotta parole e leggi che vanno nettamente contro ogni singola parola di Cristo, mutandone astutamente il contenuto, per approdare ad una forma della chiesa completamente diversa da quella di Cristo, già nel passato comunque sia i predecessori a guardar bene avevano approvato piccole modifiche, ma Bergoglio ha proprio dato una mazzata terrificante a tutta la legge Cristiano cattolica, per cui oggi la confusione regna sovrana, capisco che le Iene dovrebbero essere superpartners, e non sbilanciarsi, ma non serve a nulla questo vostro comportamento, anzi pare che siate a favore delle idee rivoluzionarie, progressiste e comuniste di Bergoglio. Non dimentichiamoci che mai esistito un pontefice più comunista di questo. 

Direi che Don Minutella fa bene a battere i pugni, ma assieme a lui dovrebbero farlo anche altri preti, è ora che siano coraggiosi perchè quando verrà la loro fine, Cristo chiederà loro perchè non hanno fatto nulla, per sostenere la sua Legge contro chi la intende in modo corrotto, ed anzi si sono lasciati corrompere tenendo i piedi in due scarpe diverse.  State attenti che così facendo il paradiso, non lo vedrete neppure con il binocolo. 

E ricordate che i preti rischiano molto di più di un laico perchè voi la verità la conoscente, almeno quella che la stessa chiesa vi ha rivelato. 

Non abbiate paura perchè quanto sta accadendo oggi è solo il preludio per la distruzione di tutto, programmata dalla massoneria e da chiunque è contro Cristo.

Non si può dar ragione ad un pontefice o chiunque sia, che è favorevole alla mutazione della legge di Cristo così come la chiesa ce l'ha trasmessa, in Nome di Cristo stesso, per cui questi cambiamenti servono solo a creare una flangia della chiesa e dei fedeli divisa a metà dove i fedeli all'acqua di rose si porranno o coloro che non amano l'unica vera Verità che sta nella legge di Dio, contro i fedeli come li chiama Bergoglio tradizionalisti e conservatori, ebbene questo è lo scopo di questo falso papa, creare scompiglio e portare divisione come le carte dei massoni hanno da molto progettato. E Bergoglio con le sue invettive e le sue decisioni a favore di queste e quello specie dell'ingresso nella chiesa dei protestanti e dell'interpretazione della legge di Dio in modo leggero che va bene a tutti, fa dello stesso pontefice un vero e proprio eretico, un Falso Profeta, un antipapa. 



DON MINUTELLA NON E' SOLO E L'UNICO CHE DA CONTRO A BERGOGLIO CI SONO PURE IO CHE A DIR LA VERITÀ, HO INIZIATO A BATTERE CONTRO BERGOGLIO PRATICAMENTE DA SUBITO APPENA HA APERTO BOCCA ALLA SUA ELEZIONE IL 13 MARZO 2013, PRIMA ANCORA DI NON MINUTELLA, PER CUI PURE IO HO I SATANISTI CONTRO, PURE IO HO CHI MI VUOLE MALE, MA A ME DI COSTORO NON ME NE FREGA ASSOLUTAMENTE NULLA, PERCHÉ HO DIO CHE SEMPRE MI PROTEGGE E SEMPRE MI HA PROTETTO, QUALSIASI RITO OCCULTO TUTTI COSTORO HANNO FATTO E FARANNO NON E' MAI ARRIVATO A SEGNO NULLA E QUESTO SIGNIFICA SOLO CHE HO UNA FORTE PROTETTRICE NELLA MADRE DI DIO, CARO DON MINUTELLA LEI NON SI DEVE PREOCCUPARE DI ESSERE MARTIRE, PERCHÉ QUESTA E LA NOSTRA SORTE, FORSE A LEI NON PIACE ESSERE UN MARTIRE VISTO CHE LO DENUNCIA, PERO' SE NE FACCIA UNA RAGIONE, SE RITIENE CHE QUELLO CHE DICE SIA GIUSTO, SE STA CON DIO, QUESTO E' LO SCOTTO CHE DEVE PAGARE, FORSE NON LE PIACE, MA ALLORA NON SIA COSI', E NON CI BADI TANTO, PERCHÉ' NON HA ALCUNA IMPORTANZA. DEVE IMPARARE AD ESSERE COERENTE INVECE VEDO CHE ALLE VOLTE CERCA ANCHE DI GIUSTIFICARE ALCUNI COMPORTAMENTI E PAROLE DI BERGOGLIO, CHE NON SONO PROPRIO ALL'INTERNO DELLA PAROLA DI CRISTO. 

lunedì 17 aprile 2017

LA CHIESA DEMOCRATICA MONDIALISTA





DIO È DEMOCRATICO?




Partiamo dal capire cosa è la democrazia, termine oggi tanto inflazionato e abusato.

Dal greco antico: δῆμος, démos, "popolo" e κράτος, krátos, "potere"
cioè "governo del popolo", ovvero sistema di governo in cui il popolo dovrebbe essere sovrano, ed esercita tale sovranità mediante dei rappresentanti con l'ausilio di un mezzo il voto.

Nella nostra nazione Italia il termine è usato per indicare un partito politico, che ha fatto della parola uno scempio, la sinistra Italiana, che sfrutta il termine per farsi passare per democratica, quando in realtà mostra una faccia completamente diversa, ricordiamo che i DS nascono dal popolo più precisamente dalle classi sindacali social-comuniste, per cui la loro logica è completamente avversa al popolo, non come essi stessi dicono noi siamo per il popolo ma poi fanno tutto il contrario rispetto a quanto veramente il popolo vuole.
Ma l'ideologia in questa nazione è più forte della verità!

La chiesa è uno stato democratico?

Appare tale, ma non lo è, o meglio dire fin prima del periodo pre CVII la chiesa era monarchica, poi il CVII l'ha cambiata, e pian piano nel corso di questi ultimi pontificati, ha volto il suo sguardo sempre più all'ideologia social-comunista che ha segnato fortemente il dopo guerra, anche la chiesa è stata negativamente influenzata da questo; tanto che buona parte dei suoi appartenenti erano e sono comunisti nel loro essere politico, l'ultimo Generale dei vescovi l'attuale Francesco-Bergoglio lo è in toto, nella versione più estremista che non si è mai visto prima, un pontefice comunista. La Chiesa è rimasta solo nel nome e e nella denominazione Cattolica Romana, oramai non più cristiana ma mondialista e decisamente democratica almeno in apparenza, dove il Generale vescovo Bergoglio, punta tutto sul popolo, il quale a suo dire dovrebbe essere il centro di tutto, ma poi dimostra il suo vero volto, come un Generale Vescovo totalitario, dove il popolo è importante fintanto che gli fa comodo, e fin tanto che non si ribella o non capisca la verità che si cela. Si oggi la chiesa non è più realmente Cristina, oggi possiamo chiamarla con il termine giusto Mondialista Democratica.

Ma allora se la chiesa di oggi è Mondialista Democratica, Dio potrà mai aver cambiato il suo status perché la Chiesa ha rinnegato il passato?

Gia dire questa parola democratico affibbiata alla Maestà di Dio, farebbe insorgere anche i batteri, figuriamoci etichettare Dio con essa è un abominio, Egli l'Onnipotente l'Eterno non potrà mai esse Democratico, ne Mondialista, perché Dio è già per il popolo, ma la sua legge è in se stesso il fulcro di tutto, il popolo non può essere governato da se stesso, perché non approderebbe mai ad una sola legge, certa, vera ed eterna, litigherebbe in eterno, per determinare un principio che sia giusto per tutti e ancora non andrebbe bene, per cui la democrazia è falsa e bugiarda, fatta per far credere al popolo che esso si possa determinare, che esso possa decidere in una assemblea unica, ma come potrebbe un popolo di 7 miliardi di persone determinare una sola legge, non può, è impossibile, per cui è giusto che sia uno solo che abbia la sapienza, la scienza, la saggezza, l'umiltà di miriadi di esseri, che determina la legge, ecco che è giusto il concetto di monarchia, se l'uno sbaglia paga l'uno, ma se sbaglia un popolo in esso è guerra. Per cui Dio non potrà mai essere democratico, ascolta tutti i popoli e tutte le loro necessità, ma Lui si pone come giudice di giustizia e sapienza, il legiferatone giusto. La chiesa di oggi che avrebbe dovuto seguire Dio, sta invece prendendo la via del mondo, del suo oppositore, contro la logica di Dio, oggi la chiesa di Cristo è diventa chiesa del mondo e del popolo, trasformandosi un una Chiesa popolare cioè democratica e mondialista dove non si prega quasi più il vero Cristo di Dio, ma qualcosa che oramai non lo è più, si usa ancora quel nome, perché ci sono ancora alcuni irriducibili e per far credere che s'invochi Cristo Dio, ma in realtà il culto sta diventando pagano, oggi questa chiesa governata dal Generale Vescovo Bergoglio, è la chiesa del sé. L'uomo è diventato il fulcro del mondo, spodestando Dio dal suo trono nel mondo, l'idolo non è più il Cristo Re, ma è l'uomo chiamato Bergoglio. “E tutte le nazioni lo seguiranno e gli daranno onori e ad esso si prostreranno. “


Devo dire con amara sincerità che questo Generale Vescovo travestito di bianco, Bergoglio a causa della sua natura e propensione anti cristiana cioè totalmente di sinistra ma del peggior stampo cioè COMUNISTA, farà vincere la sinistra Italiana un altra volta, purtroppo devo essere sincero, non c'è speranza in questa nazione che possa sorgere ancora un destra o un centro veramente per il popolo. Oltretutto se mai arriveremo alle elezioni, con quello che sta per arrivare.

Il destino è che alla prossime votazioni nazionali, se mai ci saranno, con un pontefice che tifa e fa politica attivamente nelle chiesa e fuori di essa impicciandosi della realtà del territorio Italiano, farà sbilanciare l'ago totalmente a Sinistra, già aveva iniziato ed ora gradatamente manifesta sempre più la sua propensione politica di dominatore del mondo, bacchetta la sinistra che non è abbastanza di sinistra.


Le prossime elezioni se mai ci saranno, ancora vincerà la sinistra, perché i fan Bergogliani voteranno secondo non coscienza, ne verità, ma secondo quanto il loro Generale Vescovo, mentore e capo dirà loro fare.


Quando gli agnelli vengono allevati nella melma del mondo, diventano neri e l'ovile si trasforma in un mattatoio di pecoroni, è ciò che vuole colui che porta sul suo dorso il segno del sole raggiante.  


venerdì 14 aprile 2017

CONFRONTO TRA DOGMA E DOGMA.

Qual'è la differenza tra il dogma dell'Immacolata e quello dell'Infallibilità?




Nel sito di Medjugorje si legge:

"Chi non crede nel Papa non può ricevere l'Eucaristia e anche chi non crede negli altri DOGMI di fede cattolica"

Ci dobbiamo chiedere perché i Medjugorjani pongono questo testo? 

Il motivo è molto semplice, vogliono far credere che loro sono perfetti osservanti, quando in realtà la loro osservanza è solo parziale, ma è anche un chiaro messaggio a Francesco visto che hanno posto la sua foto, per dirgli a Lui che loro lo seguono qualsiasi decisione egli prenderà, questo fa capire che se Bergoglio decidesse malignamente e portasse la chiesa nella confusione più totale come è attualmente loro lo seguirebbero lo stesso, e questo fa capire che costoro sono a Bergoglio asserviti e amici dei protestanti, Lutero, anglicani, ecc. Questo ci dice tutto su chi sono questi pseudo veggenti, degli opportunisti, truffatori, che non gli interessa veramente la fede vera in Cristo, ma lurido danaro, e quindi vanno con tutti anche con il demonio per mantenere sicuro il loro tornaconto.

Quindi la frase maliziosamente posta dal sito dei medjugoriani, è falsa, perchè per ricevere l'eucarestia, non c'è necessità di credere nel pontefice, ma è necessario credere e essere convertiti a Cristo, questo è necessario, non il contrario, è solo Cristo che assolve e solo Cristo che da il suo Santo Spirito e trasmette la sua Santa carne all'uomo, non certamente un qualsiasi prete o pontefice che sia, affermazione dei Medjugoriani è pura eresia. 


"Il nono articolo del Credo c’insegna che Gesù Cristo ha fondato sulla terra una società visibile che si chiama Chiesa cattolica e che tutte le persone che fanno parte di questa Chiesa sono in comunione tra loro."

Anche questo testo non è giusto, si dovrebbe dire che chiunque si riconosce e crede in Cristo, cioè fa la sua volontà, fa parte della sua chiesa non il contrario, perchè senza Cristo non esiste la chiesa, una Santa, Apostolica,  perchè chi fa Santa la Chiesa non è l'uomo di chiesa ma solo Cristo che dona alla chiesa la sua Santità.


Ma andiamo al testo...


"DOGMA: Immacolata concezione Proclamata da papa Pio IX l’8 dicembre 1854, stabilisce che la Vergine Maria è stata concepita pura, senza peccato originale. E’ cioè stata preservata dalla condanna universale del peccato fin dal concepimento.

DOGMA: Infallibilità papale Il dogma è contenuto nella costituzione Pastor aeternus approvata dal Concilio Vaticano I il 18 luglio 1870. Afferma che il papa deve essere considerato infallibile quando parla ex cathedra, cioè quando esercita il suo “supremo ufficio di Pastore e di Dottore di tutti i cristiani” e “definisce una dottrina circa la fede e i costumi”. Pertanto quanto da lui stabilito vincola tutta la Chiesa per sempre."



Che il primo quello dell'Immacolata è stato confermato per volontà di Dio mediante proprio la Madre del verbo incarnato, mentre il secondo quello dell'Infallibilità papale non è stata confermato da Dio. Come dire che se Dio non conferma un Dogma esso non è Dogma, mi sembra un metro molto buono per stabilire se Dio è concorde sulle decisioni della Chiesa, questo fa capire che non tutti i dogmi sono stati convalidati da Dio, molto semplice, altrimenti tutti i dogmi avrebbero avuto responso positivo come avvenne per l'Immacolata Concezione, cosa che sappiamo con certezza non essere avvenuto, sono giusti tutti i Dogmi riguardanti Dio e le sua natura e sarebbero anche poco quelli esposti dalla Chiesa, ma quando la chiesa si erge a Dio, Dio tace, curiosa questa cosa, molto curiosa. Non è l'uomo che non crede nei Dogmi che riguardano direttamente l'uomo di Chiesa, ma è proprio Dio che non parla e non li avvalla come ha fatto con quello dell'Immacolata Concezione, c'è da chiedersi perchè Dio permette alla Madre Sua di convalidare il Dogma riferito a lei e non da convalida dello stesso che riguarda l'Infallibilità Papale o altri? Il motivo è molto semplice, di Dio ve n'è Uno solo come Trino, e per esso basta questo, il resto sono cose umane di uomini che amano sentirsi dei. L'infallibilità è una parolana grossa, perchè se un pontefice fosse realmente infallibile lo sarebbe in toto, e non solo Excatedra, dimostrando con questa limitazione che non può essere infallibile ma parzialmente infallibile, questo significa che al 50% è infallibile mentre al 50% è fallibile e non può esistere un dio minore parzialmente infallibile, se esso vuole in qualche modo in terra eguagliare la deità di Dio Assoluto. Per cui Dio non ha convalidato il Dogma dell'Infallibilità, come ha fatto con quello dell'Immacolata Concezione, perchè c'è un problema di fondo, l'uomo si vuole paragona a Dio, stesso peccato che fede Lucifero quando si erse sopra a Dio, come potrebbe Dio convalidare un Dogma del genere non lo farà mai. Ricordiamoci che Dio nella figuara del Padre Celeste come anche del Figlio e dello Spirito Santo, è un Dio geloso e non cede la sua Deità a nessuno, neppure ad un uomo che Dio non è. IO capisco che l'uomo di Chiesa piaccia in qualche modo sentirsi un Dio, anche quando sa di non esserlo effettivamente, ma dove sta l'umiltà di chi si dichiara di essere un dio, quando neppure Dio si definisce esso stesso infallibile, anche se lo è!

Molto spesso l'uomo si erge a Dio, per controllare altri uomini, perchè così ha un potere superiore, e lo fa anche se il vero Dio non vuole, e non avvalla la sua richiesta di sentirsi, ciò che non è. Dio è l'unico Buono e l'unico Padre, l'unico Santo, come Gesù vero Dio afferma, e rimprovera chiunque pensa che l'uomo sia Buono e Padre, ma come si vede anche l'uomo di chiesa fa quello che gli garba non quello che gli è comandato da Cristo verbo del Padre, perchè anche nel caso della parola, Buono e Padre come pure Santo l'uomo di chiesa ne ha ampiamente abusato, quando l'indicazione di Cristo che non è, un indicazione ma un vero monito e comando, se n'è altamente fregata, delle sue parole; ecco allora noi c'indignano quando qualcuno ci dice che se non credi nel papa non credi in Cristo, ma non c'indignano quando Cristo dice e comanda di non fare certe cose, questo significa cari amici, che l'uomo di Chiesa fa esattamente quello che gli pare, fregandosene anche a Dio. Dove sta la fede in questo Cristo? Non esiste!!! Tutte menzogne, tutte frottole, tutte ipocrisie, ed ancora ecco chi sono i sepolcri imbiancati.

Poi però poveri loro pagano amaramente le loro fregature, passando tutta l'eternità all'inferno dove devono stare, perchè la giustizia di Dio, non è ingiusta e si attiene esattamente a quanto Essa ha prodotto, non quanto l'uomo di chiesa ha stabilito per se stesso, perchè quello che per Dio l'Onnipotente e l'Eterno vale, è la Sua Parola non certo quelle che l'Uomo s'inventa di volta in volta, per necessità, che non contano nulla, altrimenti Dio, le avrebbe confermate come fece con il Dogma dell'Immacolata, cosa che non ha fatto e non farà mai. Come si può dire se non credi nel papa non credi in Cristo? Semmai dovrebbe essere l'opposto se non credi Cristo non puoi credere nella Sua chiesa qualsiasi papa ci sia. Proprio Cristo ne da conferma a noi proprio sulla croce quando uno dei due ladroni credette in lui, non fu Cristo a credere in quell'uomo, ma l'uomo credette che Cristo era vero Dio. Perchè la chiesa la fa Cristo e la chiesa è Cristo, non un uomo e se l'uomo che si fa chiamare Papa è eretico, credi in esso come se fosse Cristo? Cosa dice a tal proposito Cristo, "Matteo 15,14: "Se un cieco guida un altro cieco, ambedue cadranno nella fossa”.

Ma se non si crede neppure in queste parole di Cristo vero Dio, allora proviamo a chiedere al demonio cosa dice su questo discorso dell'Infallibilità e vedrete la risposta quale sarà che l'infallibilità suggerita agli Uomini di chiesa l'ha suggerita lui, sarebbe anche logico in effetti, perchè l'Infallibilità supera di fatti Cristo stesso, ponendo il pontefice ad un pari di Dio. Anzi sopra Dio, perché il pontefice si permette di giudicare la veridicità delle opere di Dio, e chi giudica malignamente l'opera di Dio, in realtà lo bestemmia. Lo dimostra proprio quanto in 2000 anni gli uomini di chiesa hanno fatto, mutando e cambiando quello che non gli piaceva dei testi sacri, anche gli antichi ebrei fecero lo stesso ne parla proprio Cristo quando riporta che Mosè modifico un testo a favore del popolo perché quella parola di Dio era troppo esigente e il popolo non gli piaceva. Povero uomo, che si lascia ingannare con tanta facilità.

Dovremo però porre come Dogma anche il contento dei testi sacri è un dogma di fede, vedo che non è mai stato fatto, mi chiedo mai, eppure i testi sacri sono vera parola di Dio, perché non porli come Dogma? Per un motivo molto semplice, non si potrebbero contestare, non si potrebbero cambiare, non si potrebbero modificare. Perché non porre il decalogo Sacro come Dogma? Perché altrimenti la chiesa avrebbe dovuto prenderlo tucur quel che è, e allora il Sabato sarebbe rimasto come settimo giorno e non la domenica, ma se fosse stato Dogma il decalogo Sacro, non si poteva cambiarne i contenuti a seconda di come garbava a questo o quel pontefice, in barba alla deità di Dio; visto che quando si modificano e si mette mano ai testi sacri che si dice essere parola di Dio, lo si fa fregandosene totalmente di Dio stesso, allora in questo caso quanto valgono i dogmi? Se della parola di Dio la chiesa se ne frega? Visto che nel corso della sua vita sulla terra le manipolazioni ci sono state. Perchè non dichiarare Dogma di fede, l'Apocalisse,  come i Vangeli? Molto semplice, ogni pontefice che si ritiene infallibile li può considerare o interpretare come meglio gli garba, se l'Apocalisse fosse Dogma di fede, nessuno potrebbe cambiarla e allora la concezione di Millenarismo contenuta nel testo di S.Giovanni Apostolo sarebbe presa per oro colato, invece oggi il testo dell'S. Apostolo Giovanni, è considerato eretico, ma allora se è eretico quel capitolo dell'Apocalisse lo è tutto il testo apocalittico e pure il suo Vangelo perché non lo è?

Queste sono le incoerenze di un' uomo di chiesa che si crede Dio, ma non è ne Dio, ne infallibile.

Aggiungo ancora che Cristo Verbo di Dio disse che solo uno è maestro e gli altri non lo sono, ma l'uomo di chiesa, gli piaciuto ignorare questo comando di Cristo per sentirsi esso stesso maestro di altri, usando le parole di Cristo vero Maestro, per ergersi più del Maestro Cristo. Un pontefice non potrà mai essere ne competere con il Maestro divino, per cui un pontefice non è un maestro è solo un apostolo e un discepolo di Cristo.

Curiosamente il dogma dell'Infallibilità papale 1870 è stato approvato a ridosso di quello approvato dell'Immacolata 1854, come se si avesse voluto fa credere che Dio avesse approvato anche questo, cosa assolutamente falsa.

Ci dovremo porre una domanda perché Dio non ha confermato il Dogma dell'Immacolata dopo la creazione del Dogma dell'Assunzione di Maria? Dio sapeva bene i preti  avrebbero fatto altri due dogmi, perché allora non farlo poi? C'è una ragione, il motivo sta nel fatto che con la confermazione del Dogma dell'Immacolata implicitamente incluso anche quello dell'assunzione, perché è ovvio e connaturato che sia così, ma non conferma quello dell'Infallibilità perché Dio ha voluto inviare la Madre del Verbo prima della creazione nel 1870 del Dogma dell'infallibilità papale proprio per far capire che tutti quelli che erano stati dichiarati prima e alla data 1854 dalla chiesa, Dio li aveva avvallati e confermati, mentre quelli successivi no! Per questo motivo, Dio ha voluto ed inviato la S.Sma Madre Sua a confermare il Dogma a lei destinato e quelli precedenti, ma non quelli successivi, perché Dio conosce già il futuro e sapeva che l'uomo di Chiesa avrebbe prodotto uno e più dogmi che Egli non avrebbe mai confermato. Quindi il dogma dell'infallibilità papale non è confermato e non è valido.



E' più grande l'immacolata o lnfallibilità del pontefice?

Vediamo cosa ne pensa realmente il Figlio del Padre Celeste?

In preghiera oggi 14 aprile 2017 ho chiesto e la risposta è arriva dopo un bel po di preghiera innanzi al Santissimo.

Cristo verbo di Dio:
ti basti sapere, che Mia Madre siede al Mio fianco destro”

Ovviamente la risposta è stringata come è solito fare, il mio Gesù , perché è ovvio e normale che sia così, Gesù non si perde in chiacchiere come facciamo noi, e le sue risposte sono lame rasoio, per cui questa risposta non solo è chiara, secondo il mio chiedere, ma è anche perfetta e ovviamente ha risposto più che abbondantemente alla risposta che gli ho posto, la S.Sma Madre di Cristo è decisamente di più che un pontefice chiunque esso sia. E certamente essa è di più dell'infallibilità che l'uomo ha voluto prendersi su di se.

In ultima analisi l'uomo può dire che se non crede in un papa, non crede in Cristo?

No! Perché questa è una bestemmia, l'uomo deve dire Io credo in Cristo e basta, quindi ovviamente nella sua Chiesa, il contrario è una bestemmia. 

Non c'è nessuno innanzi a Dio più della sua Trinità, nessuno uomo si può porre sopra Dio, nessuno!!! 


mercoledì 5 aprile 2017

L'ERETICO BERGOGLIO CONTINUA A BESTEMMIARE DIO

LE BESTEMMIE CONTRO GESÙ FIGLIO DI DIO
 DA PARTE DI BERGOGLIO CONTINUANO.


Sinceramente parlando sto perdendo il conto, l'astuto pontefice minimo, ne ha sparata un altra delle sue per offendere la deità di Cristo, ma quel che è peggio che una netta fetta della chiesa e dei veggenti di buona parte del mondo tacciono e acconsentono, dando ad esso ragione e stando dalla sua parte, dimostrazione sempre più lampante di chi sono i seguaci di costui essere tutti falsi e fasulli.

Ma andiamo a vedere cosa ha detto questa volta...


BERGOGLIO: 
"GESÙ SI E' FATTO DIAVOLO". 


Questa affermazione l'aveva già dichiarata in altra forma lo stesso Bergoglio bestemmiando Cristo, con un una frase di senso molto simile, mi da l'impressione che gli piaccia offendere Cristo il Figlio del Dio vivente.

ALTRE BESTEMMIE DI BERGOGLIO






BERGOGLIO:" Gesù prega Dio con e per noi.....giustificarci?..dove dice che Gesù non è lo Spirito, ma solo un uomo di carne come noi, che è morto e andato in paradiso.." 


Per Bergoglio, Cristo non è risorto, vedete l'astuzia, ha tralasciato di proposito la parola risorto, e vuol fa credere che Gesù era solo un uomo morto e andato in paradiso da uomo ovviamente, quindi non era Dio, questa frase è maligna.



BERGOGLIO:“Gesù è il primo diacono, esempio di servizio”. 

Per costui Gesù non è, un vescovo ma solo un diacono, non è il Maestro Supremo ma solo un diacono, non è  Re dei Re, ma solo diacono, Non è Signore dei Signori, ma solo diacono, Gesù è un servitore per questo è diacono secondo Bergoglio. Che Gesù sia il sacerdote supremo il primo è sicuro, ma non si svilisce scientemente la deità di Cristo per renderlo meno di te, perchè non usa la parola sacerdote regale, ma solo diacono perchè Bergoglio scientemente lo vuole inferiore a lui. 




NON POSSIAMO COME CRISTIANI CREDENTI IN CRISTO, AMANDO SINCERAMENTE DIO TOLLERARE PIÙ' QUESTE BESTEMMIE, DOBBIAMO CHIEDERE A GRAN VOCE E SENZA TIMORE LE DIMISSIONI DI BERGOGLIO, SE IL POPOLO SI COALIZZA TUTTO CONTRO, DOVRANNO DEPORLO, SEMPRE CHE CI SIANO VERAMENTE CARDINALI CHE VOGLIANO DEPORLO, PERCHÉ STANDO A QUANTO IN QUESTI GIORNI E MESI SI VEDE, MOLTI MOLTISSIMI PRETI E VESCOVI SONO TUTTI DALLA SUA PARTE, ANCHE CHI UN TEMPO PAREVA UN GRAN ESEMPIO DI VERITÀ CRISTIANA, PER CUI IL POPOLO SI VIENE A TROVARE IMMOBILIZZATO ED IMPOSSIBILITATO DI AGIRE IN QUALSIASI MODO.


martedì 4 aprile 2017

DON MINUTELLA E' A FAVORE DEL CONCILIO VATICANO II ?




Ho letto attentamente questo articolo che ripropongo qui sotto, ma devo essere sincero, mi aspettavo qualcosa di meglio e qualcosa di più interessante, direi un discorso un po deludente, dal doppio teologo, denoto in Don Minutella in questo frangente un certa arrabbiatura, e un certo ergersi sopra le righe, posso capire la sua frustrazione e il dolore per l'atteggiamento e la presa di posizione di questo Vescovo, ma ha messo in mostra anche un suo pensiero e delle idee che personalmente non condivido, inerenti al CVII, lui dice di non sentirsi tradizionalista, ma neppure, conservatore. Poi esalta teologo Von Balthasar, quasi fosse un Dio in terra, vorrei ricordare a don Minutella di far attenzione che più del "Teologo" Dio non c'è nessuno e che negli uomini non si dovrebbe far molto affidamento per quanto grandi teologi siano stati, perchè altrimenti le parole di Nostro Signore Gesù, il Cristo di Dio diventano vane, " Sia maledetto l'uomo che confida nell'uomo" se confidasse un tantino di più in Cristo e nel Padre suo sarebbe meglio, anzichè appoggiarsi alle parole per quanto illuminate possano essere state di un teologo famoso, ma non sa nemmeno lui quanto di codesto teologo ciò che affermava era realmente esatto, se Cristo afferma ciò significa che nessuno mai avrebbe superato Lui e il Padre Suo e ciò ci fa capire, caro Don Minutella che forse anche il suo idolo Von Balthasar, deve aver errato in qualcosa di quel che ha affermato. Non dica che il CVII è stata una buona cosa, perchè è falso, i veri apostoli di Cristo non sono ne CVI ne CVII ne CVIII se mai ci sarà, ma sono unicamente di Cristo e nulla di più, quando vogliamo identificarci con qualche ideologia del momento, quello è il momento buono che siamo fragili, lei erra nel voler sentirsi vicino alle deformazioni delle legge del Signore, perchè anche lei erra, e anche lei accetta le deviazioni, proposte da questi Concili, ognuno di essi ha gradatamente portato delle mutazioni, alla legge primigenia della parola di Cristo, introducendo gradatamente delle norme che Cristo non aveva ne introdotto ne comandato.Le voglio ricordare che l'insistenza della Madonna nel voler svelare il terzo segreto di Fatima per l'anno 1960 e non oltre, era dettato dal fatto che poco tempo dopo ci sarebbe stato il CVII la Madre di Dio voleva bloccare anche questo concilio, e sapeva che se avessero dato l'annuncio che Dio voleva, il CVII non ci sarebbe stato, e lei come può affermare che a Dio andava bene questo concilio, ma cosa sta dicendo, non è che anche lei sta deviando un pochino dal seminato? 

Io l'ho sostenuta tempo addietro dicendo che le sue parole erano di un prete santo, e che la gente era giusto che la seguisse; mi faccia il piacere di non farmene pentire di aver detto ciò. Perchè anche un santo o profeta può perdere i doni ricevuti e da santo può divenire il contrario, il mondo è ancora soggetto al dominio di satana. Don Minutella si tenga umile e riponga la sua certezza solo in Cristo che l'uomo è fallace. La verità quella vera non si trova nel suo teologo Von Balthasar a cui lei si ispira con tanto fervore, ma solo e solamente in Cristo, Signore Nostro. Il nostro tempo è pieno di persone che amano e cercano l'esaltazione personale, anche coloro che dovrebbero dare esempio di umiltà più di molti altri, bramano il successo e il mostrarsi, andiamo calmi Don, che poi ci vuol poco per errare, lei è bravo nel far bellissime omelie, ma rimanga in umiltà, non nel tacere la verità, ma nel mostrare quella di Cristo con più forza, continui a esternare la verità, ma completa e non parziale.

Inoltre si ricordi una cosa Don Minutella per credere a chi dice di aver apparizioni o locuzioni o quello che vuole le parole che esterna mediante i suoi messaggi non solo devono essere coerenti alla sacra scrittura, ma anche perfette perchè Dio non erra, se lo ricordi, ma se lei crede a dei veggenti che si dichiarano di parlare con la Madonna, beh sta fresco se crede a ciò, potrebbero mentire, lei che ne sa se sono veri o falsi? Legga meglio quello che hanno pubblicato i sedicenti veggenti di Medjugorje prima di dire che sono autentici, perchè dai loro messaggi non c'è presenza reale della parole di Dio, e inoltre ci sono molte eresie, come fa a credere a costoro? Si ricordi che nel mondo ci sono molti demoni che vanno errando alla ricerca di anime, per dannare altri, per cui esistono anche demoni della falsa profezia, come delle false apparizioni lei che mezzi ha per dire sono vere o sono false, nessuno, se questi non permettono a lei di stabilirlo? Legga meglio i loro messaggi e quanto nel corso di questi 37 anni hanno detto e si accorgerà che nulla hanno profetato, se non che hanno fatto dire alla Madonna tante eresie, come quella noi uomini siamo i responsabili del fatto che le religioni nel mondo non sono tutte sotto uno stesso Dio, ragionamento proprio conforme al NWO e guarda caso Bergoglio li sostiene proprio per questa ragione.

Se per caso il 2017 non sarà l'anno del trionfo del Cuore Immacolato anche lei perderà la faccia e molti cattolici anche la fede, come tutti quelli che asseriscono questo, come ho già detto Bergoglio deve regnare altri 3 anni almeno, per cui come potrà essere il 2017 la vittoria della Madre Immacolata su Satana? E quando dovrebbe avvenire l'Anticristo? Visto che questo deve regnare secondo le scritture 3 anni e mezzo? Si svegli Don Minutella e non segua le correnti di teologi e veggenti, perchè Cristo ha detto che alla fine sorgeranno molti falsi profeti e maestri, che se potessero ingannerebbero anche gli eletti. 

Samuel Colombo, Amministratore Delegato della West Africa Corporation, società media con sede legale a Londra e sede operativa in Africa occidentale nonché Direttore del giornale online di approfondimento, intervista Don Minutella.
Don Alessandro Minutella, sacerdote palermitano, parroco della Parrocchia San Giovanni Bosco, dottore in dogmatica e in storia del dogma cristiano, esperto Internazionale del teologo Hans Urs Von Balthasar, scrittore prolifico, produttore di video cattolici su youtube, Facebook e Gloria TV, nonché guida spirituale, è stato rimosso dall’Arcivescovo di Palermo Mons. Lorefice per aver sollevato dubbi e perplessità sulle ultime novità introdotte dalla chiesa di Bergoglio. 
La West Africa Corporation lo ha raggiunto telefonicamente per approfondire il caso.

Dunque Don Alessandro, le sono stati dati 15 giorni per lasciare la Parrocchia, giusto?
Dove andrà allo scadere?
Non lo so esattamente perché alla richiesta di lasciare la Parrocchia non corrisponde un’altra destinazione di carattere pastorale e questo è abbastanza singolare perché diciamo che in salute sto abbastanza bene.
Quindi giustamente non ha bisogno di prendersi il periodo di riposo che le è stato detto..
Esatto, esattamente.
Ho detto al Vescovo che non ho alcuna intenzione di riposare perché lo farò poi nella Patria Eterna, ora è tempo di lottare e difendere la fede. Quindi non so esattamente quali potranno essere le frontiere pastorali dell’annuncio della fede, della difesa della sana dottrina. Vedremo..
E perché dice che dovrà nascondersi nelle catacombe per dir messa?
In realtà questa è una maniera per far comprendere che la vera Chiesa, quella che rimane ancora autenticamente Cattolica, è destinata – chissà per quanto tempo, solo Dio lo sa, come prevede peraltro anche il Catechismo della Chiesa Cattolica – in questa prova finale a starsene piuttosto clandestina.
Ma perché un simile provvedimento?
Nel provvedimento dell’Arcivescovo si parla inoltre di confusione che lei starebbe creando. Cosa ne pensa?
Il Vescovo usa la parola confusione però subito dopo aggiunge la parola scandalo..
Che è ancora peggio..
Appunto per quello la rimarco. La parola scandalo mi sembra veramente una parola molto forte e oltre ogni misura.
Si parla anche di obbedienza verso i superiori a cui lei è tenuto.
Ma l’obbedienza vale anche quando viene cambiata la Verità e viene messa in discussione la vera Dottrina Sociale della Chiesa insegnata da Gesù? Dopotutto, fino a che punto si è tenuti all’obbedienza?
No, no, non si è tenuti all’obbedienza.
San Tommaso D’Aquino dice che in quel caso diventa sudditanza. Quando viene imposta un’obbedienza che non aderisce al criterio della giustizia e financo a quello della verità, quindi un’obbedienza senza verità e senza giustizia, diventa imposizione. E quindi non si chiede più un’obbedienza in senso teologico come quella di Gesù Cristo al Padre, ma diventa sudditanza. Con ogni chiarezza San Tommaso D’Aquino nella Summa Theologiae dice che in quel caso non bisogna obbedire.
Bisogna obbedire a Dio piuttosto che agli uomini, quindi quando gli uomini al Governo si fanno interpreti non della legge di Dio, non della volontà di Dio, ma dei propri capricci e delle proprie ideologie, lì non bisogna obbedire.
Come ha reagito la comunità, non appena appresa la notizia? So che lei è molto legato ai suoi fedeli. Oltre che essere molto seguito, riempie le Chiese, senza dover necessariamente fare aperitivi..
Questo è abbastanza singolare. Vorrei a tal riguardo ringraziare il Cardinale Sarah che ieri ha fatto quella dichiarazione dicendo che i problemi nella Chiesa se non financo allo scisma sono procurati da una distorsione veramente senza precedenti della Liturgia. Infatti la Liturgia è la prima fonte di evangelizzazione.
Ha ragione lei. Non so da quali fonti attinga però le posso confermare che effettivamente dovunque vado, quando si sa che ci sono io, lì la Chiesa si riempie.
Non so questo da cosa dipenda..
Ci sarà il carisma evidentemente, ma per quello che mi riguarda c’è un rispetto direi quasi ossessivo per le norme liturgiche..
Quindi da questo punto di vista veramente la comunità che guido, la comunità parrocchiale innanzitutto.. poi direi anche la comunità virtuale perché sono seguito in tutta Italia grazie a Radio Domina con grande sconcerto, con grande sofferenza, con grande dolore.
Tra l’altro la cosa strana è che in questo periodo di crisi della fede lei è molto seguito.
Allora io mi chiedo: ma che cosa vedono in lei? Che cosa cercano in lei? Uno che asseconda ogni richiesta, come la chiesa di Bergoglio? Oppure forse queste persone sono alla ricerca di certezza e verità, rispetto delle tradizioni e del Vangelo, spiraglio di luce, speranza?
Guardi le dirò la verità, poc’anzi leggevo uno dei tanti blog che vanno addosso al sottoscritto dove venivo paragonato da un gruppo di professorini di teologia al ‘Masaniello’ della Chiesa Cattolica..
Proprio questo mi fa molto riflettere..
Le dirò la verità: io credo che questo seguito in tutta Italia sia dato dal fatto che come prete mi sono presentato non alla maniera dei tanti che scrivono dalla cattedra seduti comodamente nelle loro poltrone. Lì non c’è nessuna battaglia, non c’è nessuna riscossa e nessuna resistenza. Io mi sono messo in gioco perché sono sceso in campo. Quindi scendendo in campo sapevo a cosa potevo andare in contro.
Credo che la gente, il popolo di Dio, questo tanto decantato popolo di Dio, come la Lumen Gentium, il documento dogmatico, la concezione dogmatica del Concilio Vaticano II sottolinea che la Chiesa è il popolo di Dio.. ecco il popolo di Dio ha percepito da parte mia questo mio bisogno, da pastore, da ‘chi fa odor di pecore’ come dice Francesco, di scendere in campo per dire che c’è qualcosa che non va. La gente l’ha percepito ed ecco la risposta che sta infastidendo non solo l’establishment ma anche tutto l’insieme di questi ‘maitre à penser’ che pensavano fosse sufficiente all’allungo con la denuncia senza però mai darsi da fare.
Lei pensa che molti sacerdoti reagiranno a questa situazione che si è venuta a formare all’interno della Chiesa oppure resteranno in silenzio usando l’obbedienza al Sommo Pontefice come scusa?
Ma guardi io questo purtroppo non sono in grado di anticiparglielo. Spererei tanto che ci fosse una reazione naturalmente buona, serena però una reazione significativa perché posso dirle che c’è un contatto con tanti sacerdoti di tutta Italia che manifestano questa difficoltà di fronte a questo tipo di aperture che ultimamente ci sono state.
Questo si può fare. Non siamo in un regime. Questo si può fare, si deve fare. Guai a noi se non lo facciamo.
Vorrei dire anche un’altra cosa con quella parresia e franchezza a cui Papa Francesco ci chiama. Vorrei sottolineare che si è tanto decantato il problema di un pontificato di Ratzinger, Benedetto XVI, come il pontificato dell’immobilismo dogmatico.. In realtà negli 8-9 anni di pontificato ratzingeriano chiunque poteva esprimere il proprio punto di vista. La Chiesa sembrava essere divenuta addirittura un’Agorà dove ognuno arrivava, esprimeva il proprio punto di vista e veniva accreditato. Proprio sotto il pontificato di quello che veniva considerato, diciamo così, una sorta di ‘sceriffo’ della fede..
Invece adesso nei quattro anni del pontificato di Bergoglio, proprio con Papa Francesco che è il Papa del dialogo, della misericordia, dell’apertura, sembra quasi, e il sottoscritto ne è purtroppo per me una testimonianza evidente, che se uno per varie ragioni di carattere teologico, dottrinale, dogmatico, spirituale esprime nel rispetto un disagio, una difficoltà a capire ecco cosa accade.. che io tra quindici giorni, anche meno ormai dovrei riportare le chiavi della Parrocchia al Vescovo.
Quanta paura c’è d’essere raggiunti da sanzioni ecclesiali secondo lei?
Guardi in realtà non bisogna mai aver paura delle sanzioni perché la parola sanzione e quindi mi riferisco al codice di diritto canonico è qualcosa di prezioso nella vita della Chiesa. Perché la Chiesa non è l’Agorà, non è una sorta di piazza dove ognuno fa quel che vuole. C’è una regola da rispettare, anzitutto quella della fede: la ‘Regula Fidei’ che appunto orienta nel cammino della fede. Ma poi c’è anche un’insieme di norme canoniche che normano, regolano la vita stessa dei credenti. Perciò le sanzioni canoniche sono un’autogaranzia per la Chiesa. Il problema è se vengono adoperate nel modo giusto o meno..
Ad esempio nel mio caso viene scritto che io sono di scandalo al popolo di Dio senza spiegare perché. Non viene spiegato perché. Allora giustamente i fedeli vogliono capire. Io ho dovuto leggere ai fedeli la lettera perchè alla fine dovrò lasciare la Parrocchia se tutto va bene il Venerdì Santo.
Si dice che Bergoglio stia aprendo le porte all’anticristo attraverso il cammino di unione tra tutti i cristiani e la riconciliazione con i protestanti. Cosa ne pensa? Inoltre lei ritiene che l’anticristo sia già presente sul territorio? Si palesa già qualche nome?
Allora, le vorrei fare presente ma solo così con discrezione, visto che oggi vengo definito il ‘Masaniello’ della Chiesa Cattolica, che io ho due titoli di studio: due dottorati. Quindi sono anche teologo, due volte teologo. A riguardo della questione relativa all’anticristo che sta tornando molto di moda vorrei dire la mia personale consapevolezza:l’anticristo, prima ancora che una persona con quei tratti lì, qualche volta persino di tipo mitologico, nella Sacra Scrittura, mi riferisco ovviamente al Nuovo Testamento, in particolare alle Lettere di Giovanni e poi a San Paolo e quindi in questa visione neotestamentaria, è tutto ciò che si oppone all’annuncio che Gesù Cristo è il figlio di Dio. Giovanni dice: chiunque nega che Gesù Cristo è il figlio di Dio è l’anticristo. In questo senso per esempio la battaglia per la quale credo che io stia pagando il debito più alto che ho portato avanti nelle settimane scorse quando è venuto qui a Palermo un tale che ci viene a dire che Ario voleva soltanto rimarcare l’umanità di Gesù e che era un povero prete che non meritava quel che meritava. Ecco quel che è venuto la volta scorsa è un’anticristo. Tutte quelle operazioni, quei tentativi di rimaneggiamento della Dottrina Cattolica dove si relativizza l’unicità e la salvezza di Cristo, sulla portata unica e universale di Gesù Cristo come il Salvatore, lì c’è l’anticristo.
Perciò se si dovesse presentare un’ipotesi di un’organizzazione di chiese cioè questa sorta di riunione pancristiana se non addirittura panreligiosa, lì sicuramente c’è l’anticristo, più che come persona, come impostura finale di fronte a Cristo come unico Salvatore. E questo a me appassiona più di tutto, cioè l’annuncio anche nel 2017 che solo Gesù Cristo salva e quindi anche nel rispetto delle altre religioni noi siamo chiamati a testimoniarlo con quella passione che lo Spirito Santo non smette di dare ai testimoni della fede.
Ma lei non ritiene anche seguendo le Sacre Scritture che l’anticristo sia proprio una persona che dovrà arrivare dopo Bergoglio e che possa magari unificare non soltanto le religioni cristiane ma anche tutte le altre religioni con la creazione di un’unica religione mondiale?
Adesso che lei incalza volevo dirle che questo non esclude che però l’anticristo possa anche essere una persona in carne e ossa con tutte quelle altre dichiarazioni che anche io ho letto, nei mistici, nei Santi, nelle rivelazioni private riconosciute dalla Chiesa e nulla esclude che possa anche questo essere il tempo però devo anche dirle che secondo il teologo Von Balthasar, ogni stagione della Chiesa, nel corso dei secoli ha dovuto fronteggiare l’anticristo. Se poi oggi si presenterà in carne e ossa questo non è da escludere. Non lo escludo. Però per poterlo fronteggiare anche come singolo individuo bisogna aver chiaro questa impostazione di fondo, cioè chi viene come anticristo avrà solo uno scopo: quello di negare che Gesù Cristo è l’unico Salvatore. Ecco perché poi si dice che sarà ecologista, ambientalista, ecumenista, interreligioso..
Io non escluso personalmente, per la mia sensibilità di fede e anche direi per l’approfondimento teologico di questo campo così abbastanza minato, che questo 2017, che ci fa celebrare il centenario di Fatima e quindi con tutta la questione relativa al Terzo Segreto, possa avere delle profonde attinenze con la questione relativa all’anticristo, con l’impostura anticristica.
Nel senso che siamo vicini…
Ecco è così. Sì, sì sì.
Io penso che questo avvenimento di Fatima come una sorta di trama più o meno nascosta abbia accompagnato il cammino travagliato della Chiesa negli ultimi cento anni e direi soprattutto negli ultimi cinquant’anni dove noi vediamo e assistiamo a qualcosa come un tentativo di manipolazione apocalittica dello Spirito Cattolico, non tanto nelle strutture, perché se lei nota, di fatto poi a parte qualche eccezione in questi anni di pontificato non è che siano avvenute riforme all’interno del Vaticano, comunque della Chiesa così eclatanti finora.
No, no, infatti.. Anche se già Papa Paolo VI a suo tempo aveva detto che il fumo di Satana era entrato nella Chiesa..
Sì, sì certo, l’ha detto Paolo VI, quindi un Pontefice. Probabilmente lui si riferiva alla contestazione post-conciliare per cui si aspettavano una primavera, invece è arrivata una ‘giornata’ come quella di oggi a Palermo che raramente abbiamo: di freddo, di buio, di pioggia. E così è accaduto alla Chiesa. La contestazione del ‘68, i preti che lasciavano il ministero, i conventi che si svuotavano, tutta quella tempesta..
Ora invece per la prima volta si presenta uno cioè il sottoscritto ‘Masaniello’ che dice che la situazione di crisi all’interno della Chiesa non è determinata ipso facto dal Concilio Vaticano II che è un avvenimento di grazia in quanto tale (stiamo parlando di un Concilio Ecumenico)..
In realtà uno dei problemi molto grossi è l’interpretazione del Concilio Vaticano II.
Lo stanno interpretando a modo loro in poche parole..
Esattamente. Ma infatti in maniera abbastanza divertita dico che io adesso sto in croce, scorticato come San Bartolomeo perché i progressisti vogliono il Concilio Vaticano III e i catto-lefebvriani sono rimasti al Concilio Vaticano I.
In mezzo ci siamo noi poveri cattolici che non siamo conservatori, non siamo tradizionalisti.
Il contrario di progressisti non è tradizionalisti, ma cattolici apostolici romani quindi quelli che ci richiamano al Concilio Vaticano II che è stato un dono di grazia, lei non può immaginare taluni esponenti dell’intelligentia catto-lefebvriana con quanta veemenza e polemica siano venuti addosso al sottoscritto dicendo che è ignorante, non capisce nulla.
Arrivano fino all’insulto.
In Italia in questo momento il sottoscritto risulta essere uno dei più qualificati, esperti del pensiero di Von Balthasar in ragione del fatto che ho conseguito il Dottorato alla Pontificia Università Gregoriana con il massimo dei voti e con l’invito abbastanza raro a pubblicare per intero la tesi quando in genere la Commissione chiede di pubblicare una parte della tesi.
Nel leggere di Don Ariel che dalla torre d’avorio del suo pensiero aureo mi da dell’ignorante su Von Balthasar lei può capire… naturalmente io ho deciso di non rispondere.. siamo vicini ai giorni della Settimana Santa..
In realtà la cosa per me più interessante da dire alla fine è questa connotazione mariana di questi tempi che viviamo.
Siamo nei tempi previsti dalla Madonna. Nei tempi che porteranno al trionfo del suo Cuore Immacolato che corrisponde però anche finalmente una buona volta al trionfo del Cattolicesimo Romano che mai come oggi è preso di mira nel tentativo apocalittico di farlo scomparire per sempre dalla terra.
Cambiando argomento ultimamente è uscita la notizia tra i più accreditati media del mondo della creazione di un microchip che sarà inserito all’interno del nostro corpo. In alcuni posti è già attivo. Ne ha sentito parlare?
Certo, certo..
Anche perché se si approfondisce la questione su internet si potrà ben vedere che molti ritengono possa essere il famoso microchip di cui parla l’Apocalisse di san Giovanni. Mi dica lei..
Approfondisco questa questione perché in Apocalisse si parla del marchio della bestia e non è da escludere la possibilità che ci siano riferimenti di questo tipo qui. Del resto uno studioso letterato, Orwell, aveva previsto queste ipotesi quando aveva scritto del Grande Fratello dove parlava di quest’occhio che guarda e tiene sotto controllo tutti gli esseri umani in una sorta di sinedrio massonico.. quindi non lo escludo..
Ma secondo lei il 13 maggio 2017, in occasione del centenario dell’apparizione della Madonna a Fatima, Maria ci farà qualche regalo?
Bella domanda..
Speriamo, speriamo, preghiamo per questo.
Anche se feriti, addolorati, per quanto in questo momento si vive dentro la Chiesa non perdiamo la speranza, guardiamo avanti.
°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°