domenica 20 novembre 2016

LA FRASE ERETICA DI FRANCESCO!

Chi sono io per giudicare?”




Tutto il mondo non ha visto in questa frase qualcosa di terribile, tutti hanno guardato la stessa con occhi umani, nessuno ha chiesto lumi a Dio, nessuno è stato illuminato, per capirne l’astuzia che si cela in se stessa, ma vediamo di spiegare un po, spero di riuscirci.

Su questa espressione dovremo anche dire che Francesco condanna secoli di chiesa che ha scomunicato qualsiasi soggetto che essa pensava fosse eretico,(che poi sia giusto o meno l’anatema è da vedere) oltre tutto la frase, scomunica anche lo stesso autore che ha ideato l’anatema cioè Paolo di Tarso, se è vero che viene da Cristo, anche Cristo stesso! Per cui Francesco con questa astutissima frase avrebbe condannato prima S. Paolo di Tarso e poi direttamente Cristo, che se è vero che questa è ispirazione di Paolo di Tarso, provenire dallo Spirito Santo, avrebbe fatto peccato gravissimo contro lo Spirito Santo, additandogli la responsabilità di ogni scomunica e ogni giudizio.

Quindi in sintesi Francesco si è auto-scomunicato, forse nemmeno lui sa cosa si sia fatto a se stesso! Forse! Non ne siamo certi.

L’astuzia di questo Vescovo di Roma, Francesco I°; Egli si fa chiamare Vescovo, e lascia il mondo a credere che egli è pontefice, ma non dice di non esserlo, ma lascia che la gente creda a questo; nella sua astuzia, continua a proclamarsi giustamente solo Vescovo; ma il lasciare che la gente creda a quello che essa pensa sia vero, è fare peccato e prendere per i fondelli tutti, induce la gente nell'errore. Non sto giudicando Francesco-Bergoglio, ma dico che il suo atteggiamento nel non voler risolvere la questione del Vescovo o del Pontefice, fa capire molto bene che egli ci tiene ad essere considerato un Vescovo perché così appare agli occhi degli sprovveduti e poco credenti, come umile.

Essendo oltretutto che il "pontefice" Vescovo di Roma dovrebbe rappresentare Pietro per cui indirettamente Cristo, applicando la stessa frase verso chi ha detto di non giudicare, è applicabile pure a chi l'avrebbe annunciata. 

Un umile non si vanta, un umile rimane nascosto, un umile si cela, un umile dona la parola che Dio gli dona, agli altri senza pensare di ricavarne danaro da essa, perché non gli appartiene e se gli altri che lo sostengono e sono umili, dovrebbero fare eguale, ed invece spesso non è così. Un umile non si fa passare per chi non è, un umile è onesto sempre, un umile parla con giustizia e verità, un umile ha la vera carità, un umile solitamente ha molti doni, un umile può anche adirarsi a tempo debito, un umile valuta con saggezza, sia il suo operato che pesa le sue parole che usa, un umile corregge il prossimo perché lo Spirito Santo lo porta a farlo, un umile giudica con giusto giudizio, un umile sa immolarsi per il prossimo, un umile mette innanzi a se gli altri, un umile cerca i posti dietro, un umile è tranquillo e docile, ma non è stupido, un umile si dona sempre, un umile esalta il Signore ad ogni suo respiro e lo vede in ogni cosa nel mondo, specie in ciò che appartiene alla natura, un umile non è triste, anzi è gioioso perché vede in tutto il creato Dio e se ne rallegra; un umile sa attendere; un umile non è spavaldo; un umile non ha fini nascosti; un umile sa dove fermarsi perché ha lo Spirito Santo in se; un umile non dirà mai di essere umile, ne lo fa intendere, un umile ama sempre, anche quando non gli viene chiesto, un umile da gratuitamente e non chiede in dietro nulla; un umile aiuta tutti, a divenir migliori, suggerisce dona quel che sa, etc.

L'umiltà è perfetta! L’unico vero umile fu Cristo figlio di Dio, come lo fu la Madre Sua, l’Immacolata concezione e come lo è lo Spirito Santo e il Padre Celeste.


Poi ovviamente per gli esseri umani, che non sono perfetti, dobbiamo aggiungere i nostri difetti che rendono imperfetta la nostra umiltà viziata dai nostri pensieri, caratteri, etc. Per cui possiamo dire che non esiste tra gli uomini, nessuno che si possa dire veramente umile. Solo la Madre Immacolata e Cristo lo furono e lo sono perché anche uomo oltre che Dio. 

Leggere anche questi si comprende meglio.

Altro link : 

http://666anticristobestia.blogspot.it/2014/02/giudizio-e-correzzione.html


Quando l'ho letta mi è andato il sangue alla testa, e mi sono detto Signore come è possibile che tu lasci fare, che tu sopporti ancora e ancora, io sto già bollendo, mi sono sentito male per il Signore!!! E devo confessare che ho pianto per lui!!!